Share to Facebook Share to Twitter Share to Linkedin 

Articoli più letti

02-05-2009

NON RIESCO A RASSEGNARMI

Miguel, è un nome che suona dolce come un claves. E tu eri una persona...

03-05-2009

SOLTANTO BARBARIE

  Cara Delara Darabi, io non so se tu eri colpevole come ti sare...

18-05-2009

ERA SOLTANTO UN SOGNO

Il barcone veleggiava, sì fa per dire, verso le coste africa...

06-06-2009

LO SPORT PREFERITO

Ci vuole un genio per fare le vere domande- diceva Oscar Wilde- e non ...

13 dic 2021
BISOGNO DI UN CAPO
Scritto da Piergiorgio |
Letto 283 volte | Pubblicato in Il mio blog
Dimensione carattere Riduci grandezza carattere incrementa grandezza carattere
Valuta questo articolo
(0 voti)

Non meraviglia che in una situazione, come è la nostra attuale, di crisi e di preoccupazione, la gente si dichiari favorevole al presidenzialismo come pare emergere da un recente sondaggio secondo il quale ben 3 italiani su 4 si dichiarano di questo parere.

L’illusione, o la speranza, che una singola persona, naturalmente dotata dei poteri necessari, possa essere il risolutore di gran parte dei problemi che angosciano un popolo, una nazione, è cosa antica e purtroppo non poche volte nella storia è accaduto che ci si affidasse a un capo nella convinzione che questi costituisse la panacea di ogni problema. Già nella Bibbia troviamo traccia di questo, quando gli israeliti, per non apparire diversi dai popoli circostanti chiesero fosse dato loro un re e questo nonostante Dio, per il tramite di Samuele li avesse messi in guardia circa i pericoli di sottomissione che avrebbero corso. A giudizio di Sigmund Freud nel capo del gruppo s’incarna sempre il padre tanto temuto dal quale il gruppo vuole essere dominato. Probabilmente si tratta del bisogno inconscio di rassicurazione che una figura come quella di un capo, tanto più se dotata di carisma e di qualità straordinarie, vere o presunte, comunque a lui attribuite, immaginano possa offrire loro. Con tutta probabilità molti di quanti si dichiarano favorevoli al presidenzialismo nemmeno sanno ci cosa si tratta e del fatto che per perseguirlo si dovrebbe cambiare profondamente il nostro assetto istituzionale, ponendo mano alla Costituzione. Certo fa pensare il fatto che i favorevoli siano il 90% tra gli elettori del centro destra, ma fa pure riflettere che pure tra quelli che si definiscono genericamente di centro sinistra la percentuale dei favorevoli sia consistente, tanto da raggiungere, tra tutti, circa il 75%. La democrazia parlamentare, quella che conosciamo, e soprattutto per come si è andata  configurando negli ultimi decenni ha non pochi difetti ed ha bisogno di robusti aggiustamenti. Soprattutto c’è bisogno di un ritorno alla partecipazione da parte di tutti noi che troppo e troppo a lungo abbiamo delegato agli eletti, meglio, ai nominati, il nostro destino, salvo poi lamentarci e schifati trarci da parte rinunciando perfino ad esercitare quel diritto minimo che consiste nel votare scegliendo quanto meno tra i meno peggio, se non i migliori. Parafrasando Dacia Maraini, da parte dei politici abbiamo bisogno soprattutto di buon esempio perché chi riveste ruoli di guida dovrebbe comportarsi meglio degli altri. Talvolta si ha invece la sensazione che abbiano maggiore autorevolezza, non coloro che si sforzano di essere migliori, ma quanti fanno a gara a mostrarsi peggiori. Di esempi ne abbiamo in abbondanza. Resto dell’avviso, per dirla con il filosofo cinese. Lao Tse, che per guidare gli altri si debba camminare alle loro spalle. È esercizio difficile, me ne rendo conto, ma se non vogliamo affidarci a un qualche nuovo uomo della provvidenza, ripetendo errori tragici del passato o compiuti da altri popoli in tempi recenti, teniamoci stretto il nostro attuale sistema istituzionale, la nostra Costituzione ed operiamo perché questa sia compiutamente attuata, mandando al governo persone di specchiata onestà, di accertata capacità, anziché sbruffoni e sosteniamo l’elezione di un presidente della Repubblica che non sia il risultato di un gioco di convenienze politiche ma persona davvero garante della Costituzione e non un capo branco.

Contatti

Da:
Oggetto:
Nome:
Messaggio:
Please enter the following
 Help us prevent SPAM!

Accesso riservato

Copyright & Credits

I contenuti di questo sito non possono essere riprodotti, copiati, manipolati, pubblicati, trasferiti o caricati, con nessun mezzo, senza il consenso scritto dell'autore.

E' vietata l'utilizzazione, anche parziale, sia per scopi commerciali che no profit.

Chi avesse interesse ad usufruire di contenuti di questo sito è pregato di contattarmi.


Contatore visite

1098282
OggiOggi265
IeriIeri539
Questa settimanaQuesta settimana18
Questo meseQuesto mese12941
TuttiTutti1098282