Share to Facebook Share to Twitter Share to Linkedin 
Tunisi chiama il Cairo
Letto 1178 volte | Pubblicato in Sono forse io il custode di mio fratello?

È fuoco che divampa dal cuore.

È speranza che aleggia

dal cielo

e che nasce da vicoli stanchi, affamati

privati di senso e futuro…

 

… È richiesta di vita!

È desiderio vigoroso di poter finalmente

CONTARE.

Non esser più SUDDITI, ma CITTADINI

sovrani

 

È richiesta di assidersi al tavolo

dove serve Dignità,

Uguaglianza, Giustizia.

 

È domanda, richiesta, di rimettere

al centro ancora l’Uomo,

deponendo i potenti dai troni.

 

È un canto antico, eppure sempre

nuovo;

un canto di migliaia di giovani voci

represse, intimorite, zittite nel sangue,

ma non dome.

È un canto che ha nome

LIBERTÀ.

0 iscritti

Iscrizione ai commenti

Ricevi le notifiche via email quando un nuovo commento viene aggiunto in questo intervento.

Contatti

Da:
Oggetto:
Nome:
Messaggio:
Please enter the following
 Help us prevent SPAM!

Accesso riservato

Copyright & Credits

I contenuti di questo sito non possono essere riprodotti, copiati, manipolati, pubblicati, trasferiti o caricati, con nessun mezzo, senza il consenso scritto dell'autore.

E' vietata l'utilizzazione, anche parziale, sia per scopi commerciali che no profit.

Chi avesse interesse ad usufruire di contenuti di questo sito è pregato di contattarmi.


Contatore visite

324700
OggiOggi285
IeriIeri407
Questa settimanaQuesta settimana2067
Questo meseQuesto mese10355
TuttiTutti324700