Share to Facebook Share to Twitter Share to Linkedin 
Stagioni
Stagioni

Lo scorrere dei giorni, il passare degli anni e delle stagioni, concorre a comporre la sinfonia della nostra vita. Qualche volta vestiamo i panni di direttore d’orchestra; qualche altra, somigliamo a un unico strumento e, altre ancora, ci ritroviamo spettatori.

0 iscritti

Iscrizione alla categoria

Ricevi le notifiche via email quando un nuovo intervento viene aggiunto in questa categoria.

Un dente cariato

e crolla

un mondo di pallide luci

sperato.

Come è poco

il fossato

che separa la vita

dall’inutile sorte

di giorni impotenti

o che appaiono tali.

Non sono più

racconti

di tenebrosi orchi

serali;

sono accadimenti

sconvolgenti

quotidiani.

Di qua

o di là,

di un fronte immaginato

come buono,

per far degli altri

ostili oppositori,

si uccide

si violenta.

Ma a perdere

è sempre e solo

l’Uomo.

Si crede più uomo

più maschio

perché più violento

ed ha solo paura.

Paura di amare.

Amare

è anche perdere;

svuotarsi.

Vedersi impotente

magari.

La sua vittima

non ha volto

e neppure una storia.

È solo un corpo

da prendere, da possedere

e buttare.

Quante mani

quante dita graffianti

la volta del cielo,

nella storia

del mondo!

E quell’uomo,

quel maschio animale,

impunito

a grugnire

alla luna

un peana mortale.

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 3 di 14

Contatti

Da:
Oggetto:
Nome:
Messaggio:
Please enter the following
 Help us prevent SPAM!

Accesso riservato

Copyright & Credits

I contenuti di questo sito non possono essere riprodotti, copiati, manipolati, pubblicati, trasferiti o caricati, con nessun mezzo, senza il consenso scritto dell'autore.

E' vietata l'utilizzazione, anche parziale, sia per scopi commerciali che no profit.

Chi avesse interesse ad usufruire di contenuti di questo sito è pregato di contattarmi.


Contatore visite

205634
OggiOggi166
IeriIeri370
Questa settimanaQuesta settimana817
Questo meseQuesto mese8865
TuttiTutti205634